Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti - Circolo di Venezia
Circolo UAAR di Venezia
  • SEDE DEL CIRCOLO UAAR DI VENEZIA, e indirizzo postale , via Napoli 49/a 30172 MESTRE
    aperta il giovedì dalle 17,00 alle 19,00, clicca qui per vedere la cartina
  • SEDE INCONTRI UAAR A VENEZIA, Dorsoduro 3687 (Campo Margherita) - 30123

INCONTRI SEMPRE APERTI ALLA CITTADINANZA,
per date vedi Programma qui in alto. Per informazioni 331 133 1225 (no sms) oppure venezia@uaar.it e per chiedere di ricevere le nostre news scrivici a info@uaarvenezia.it

 

Ma 'cara' Chiesa, quanto ci costi ?

Giovedì 28 Aprile, presso la Scoleta dei Calegheri a Venezia, alle ore 17.30, si terrà un incontro sul tema:

Ma "cara" Chiesa quanto ci costi?
a cura di Silvio Manzati coordinatore del circolo UAAR di Verona


Non c'è il solo Otto per Mille, che con il suo meccanismo destina quasi il 90% dei fondi ( un miliardo di euro ogni anno) alla Chiesa cattolica a fronte di poco più del 34% delle firme, ma un fiume infinito di finanziamenti che Ministeri, Regioni, Province, Comuni, Consigli di Quartiere, destinano alla Chiesa Cattolica Apostolica Romana nelle sue molteplici vesti. Alcuni esempi: per esenzione imposte (Ici, Imu, Irap, Iva, Ires, ecc.), deduzioni fiscali, e altre mancate entrate, si stima una cifra di alcuni miliardi di euro la “manomorta” della Chiesa nei confronti dello Stato italiano.

E poi 800 milioni vanno in stipendi per 25.600 insegnanti di religione cattolica, ingombrante presenza confessionale nella scuola pubblica, e ancora ci sono i cappellani nelle caserme, nelle carceri e negli ospedali, gli unici a dare assistenza spirituale-religiosa non come volontari ma in quanto dipendenti in ruolo stipendiati.

E quindi, a pioggia, soldi per le strutture sanitarie, per i servizi idrici della Città del Vaticano, per il fondo di previdenza del clero, per il fondo di sicurezza sociale dei dipendenti vaticani e dei loro familiari, per i cosiddetti Grandi Eventi (dal Giubileo, al raduno di Loreto, alle Giornate della Gioventù, ecc.). Un meccanismo spesso clientelare che giostra finanziamenti pubblici di proporzioni inimmaginabili, senza paragoni in Europa.

 
Settimana SOS Stato Laico

Martedì 26 aprile 2011 inizia la "SETTIMANA SOS STATO LAICO" organizzata dai circoli UAAR veneti e friulani.
Sono programmate conferenze a Mestre (Centro Culturale Candiani) e Venezia (Scoleta dei Calegheri e sede UAAR) e una manifestazione con n. 8 gazebo in Piazza Ferretto a Mestre (sabato 30) per proporre ai cittadini "I SAPORI DELLA LAICITA'" - che mancano all'Italia per essere un normale paese europeo.

Vedi programma dettagliato (pdf)

Invitiamo tutti alla CONFERENZA STAMPA che terremo in piazza Ferretto a Mestre sabato 30 aprile 2011 ore 11,30 per fornirvi ulteriori dettagli e i motivi che ci hanno portati a organizzare questa Settimana.
I circoli UAAR delle province di Padova, Pordenone,Treviso, Trieste, Udine, Venezia, Verona, Vicenza.

 
2000 anni di potere temporale della Chiesa

Martedì 26 Aprile alle ore 17,30 presso il Centro Culturale Candiani di Mestre si terrà un incontro a cura di Cathia Vigato dal titolo:

Da Pietro alla finanza vaticana:

2000 anni di potere temporale della Chiesa.

Duemila anni sono passati da quando Gesù investì Pietro del ruolo di fondatore della Chiesa. La famosa frase evangelica è impressa a grandi lettere nella basilica di San Pietro a Roma,: “Tu sei Pietro e su questa pietra fonderò la mia Chiesa”. Metaforicamente, è dopo quella “pietra” che il potere temporale della chiesa cattolica si rafforza insieme all’espandersi della dottrina religiosa nel mondo. Il Vaticano uno stato, un’enclave nel cuore di Roma, che forte anche della sua influenza religiosa può godere di norme particolari inserite nei vari trattati internazionali oltre che nel Concordato italiano. Uno stato ricco non solo di proprietà immobiliari (nella sola Roma si stima siano addirittura il 25% gli edifici di proprietà della santa sede) che tratta ingenti flussi di denaro, da e verso tutto il mondo. Certo, un’organizzazione, anche se religiosa, necessita di una capacità economica adeguata per poter espletare la propria funzione, ma cosa è disposta a fare per accrescere denaro e potere? Il rischio è il divario tra il messaggio cristiano dell’umiltà e dell’aiuto ai diseredati si faccia sempre più contraddittorio. Un’analisi sulla storia della ricchezza del Vaticano non ci sembra pertanto fuori luogo. Una storia che si intreccia anche con quella tutta italiana di agevolazioni, esenzioni, affari, politica, così come si evince anche dalla lettura, di cui verrà riferito, di due libri di recente pubblicazione quali “La lobby di Dio” e “Vaticano Spa”.

 
Laicità in musica

Mercoledì 20 Aprile, a Marghera, presso il locale “Al Vapore”, in via F.lli Bandiera 8, alle ore 21,00 serata a tema con ingresso libero:

“LAICITA’ IN MUSICA”

L’UAAR di Venezia segnala con piacere questo evento organizzato da Gigi Fincato e con protagonista Jean Georges d’Hoste , entrambi nostri soci.

Una cornice diversa, quella del Vapore a Marghera, dove il nostro bravo e simpatico socio Jean Georges, accompagnato da brevi dj set a tema, ci presenterà uno spettacolo colto e frizzante sul concetto di laicità in musica, dalla classica ai nostri giorni.
Non mancherà la musica da ascoltare e l’intervista a Tino che ha conosciuto i due musicisti anarchici Brel e Ferrè.

Nella seconda parte, a conclusione della serata, il chitarrista, Marino Marini, ci regalerà le note del grande De Andrè e soprattutto i suoi testi, sempre densi di parole molto critiche verso la religiosità dettata dal conformismo e dall’egoismo dei più. Ringraziamo Luigi per l’organizzazione dell’evento.

 
Il testamento biologico: liberi di scegliere

Mercoledì 20 aprile alle ore 18.00, presso la nuova delegazione UAAR a Marghera, al Centro Sociale in via Catene 65 :

“Il Testamento biologico :una libertà fondamentale per decidere della propria vita”

a cura di Gianfranco Vazzoler, primario ospedaliero e bioeticista.

Il testamento biologico, o dichiarazione anticipata di trattamento, è un argomento sempre interessante e che ci avvicina a tante considerazioni e riflessioni. La prima, quella della libertà sul nostro corpo e sulla nostra vita, inalienabile anche a coloro che la vorrebbero sottoposta alla proprietà di un Dio. Poi c’è la considerazione tutta politica di quanto il Parlamento italiano non sia stato in grado a tutt’oggi di soddisfare una richiesta così semplice e già di fatto tutelata dalla nostra Costituzione che prevede l’autodeterminazione in fatto di cure mediche. L’ingerenza pesante della Chiesa che difende, a suo dire, la vita è un altro tema che mette in discussione la valutazione, tutta personale, della qualità della propria vita e del diritto di poterla portare dignitosamente a termine. Gianfranco Vazzoler saprà condurci in queste importanti considerazioni con l’usuale ineccepibile logica delle sue argomentazioni, ma anche con la sua grande sensibilità sui temi della bioetica.

 
La lobby di Dio

Martedì 19 aprile, presso la sede UAAR di Venezia, alle ore 17,00 riunione di circolo e a seguire alle ore 18,00 presentazione di Cathia Vigato del libro di Ferruccio Pinotto:

La lobby di Dio

Vedi recensione

Questo libro racconta per la prima volta dall'interno come funzionano Comunione e liberazione e il suo braccio finanziario, la Compagnia delle opere (una rete di più di 34.000 imprese, un fatturato complessivo di almeno 70 miliardi di euro).
CL:più potente dell'Opus Dei, più efficiente della massoneria, un potere che sembra inarrestabile.

Ferruccio Pinotti giornalista professionista, lavora a L’Arena, il giornale di Verona, e collabora con il Corriere della Sera, l’Espresso e Il Sole 24 Ore.

 

 
Un quadro del Giorgione ed uno del Tiziano

Martedì 12 aprile alle ore 17,30, a Venezia, presso l’ Ateneo Veneto,
il prof. Augusto Gentili, storico dell’arte (Università Ca’ Foscari) ci relazionerà su:

“Un quadro laico di Giorgione ed uno antidogmatico di Tiziano”

<--Guarda il video anche in HD

introduce Mosè Viero , modera Franco Ferrari

Seguirà discussione con il pubblico – Ingresso libero

Un’osservazione particolare delle opere dei due grandi pittori contemporanei del Cinquecento, per coglierne i celati aspetti di protesta all'imposto dogma religioso attraverso i dettagli, la scelta e le posizioni dei personaggi raffigurati, le ambientazioni, i colori.
Un percorso, che ci racconterà di come il potere della chiesa si esprimesse con forza attraverso l’iconografia di opere d’arte commissionate dalle gerarchie ecclesiastiche e di come, a volte, gli artisti nella loro libertà espressiva, inserissero situazioni e simboli sibillini per non vendersi totalmente al potere e consegnare ai posteri la loro essenza più intima. L’autorevole Augusto Gentili verrà introdotto da Mosè Viero, guida artistica professionale, e il dibattito sarà moderato dal nostro coordinatore Franco Ferrari.

 
«InizioPrec.101102103104105106107108109110Succ.Fine»

Pagina 103 di 117