FESTA DIMENTICATA E RIVENDICAZIONE EUTANASIA LEGALE Stampa

SABATO 14 SETTEMBRE A MESTRE,
PIAZZA FERRETTO
dalle ore 16.00 alle 19.00,

TAVOLO INFORMATIVO PER

UNA FESTA LAICA CANCELLATA E DIMENTICATA
E PER LA MOBILITAZIONE NAZIONALE IN FAVORE DELL'EUTANASIA LEGALE

I gazebo UAAR sono sempre una bella occasione di incontro tra di noi e con le persone che passano, cittadini o semplici visitatori della nostra città. Sono un modo di esprimerci e confrontarci. Questa volta i temi sono una festa dimenticata, quella del XX SETTEMBRE -Breccia di Porta Pia e fine dello Stato Pontificio nel 1870- e la rivendicazione in FAVORE DELL'EUTANASIA LEGALE e dell'autodeterminazione del fine vita per una mobilitazione a livello nazionale.

La data del XX Settembre 1870 è una data importante del nostro Risorgimento. E' vero, oggi abbiamo ancora l'enclave dello stato dittatoriale del Vaticano, ma se avessimo nel bel mezzo dell'Italia lo Stato Pontificio, che era vasto e ampio ben  più dell'Emilia Romagna, le cose andrebbero sicuramente peggio per le popolazioni coinvolte e in termini di ingerenza e di libertà. Lo Stato italiano unitario, oggi repubblicano,  è stato possibile solo attraverso la cancellazione dello Stato Pontificio che in tutto il territorio nazionale gestiva scuole, ospedali, giustizia e potere. Per questo il XX Settembre era stata proclamata una festa, poi purtroppo abolita.

Sul XX Settembre abbiamo un bellissimo pieghevole che distribuiremo sabato e anche nelle prossime iniziative, guardalo in questo link.

 

E poiché solo in un Paese pienamente laico senza ingerenze confessionali possono fiorire i diritti civili, con il gazebo aderiremo alla

MOBILITAZIONE NAZIONALE UAAR PER L'AUTODETERMINAZIONE NEL FINE VITA

Ricorderemo la legge di iniziativa popolare sulla legalizzazione dell'eutanasia che è stata depositata il 13 settembre di 6 anni fa dopo aver raccolto le firme di 67.000 cittadini (a cui abbiamo contribuito come Uaar) e che è stata sottoscritta in totale a 130.000 persone. E di questa legge il Parlamento non ne ha discusso nemmeno un minuto, malgrado 9 cittadini su 10 siano favorevoli all'Eutanasia legale ed al suicidio assistito.
Mancano inoltre i decreti attuativi sul Testamento Biologico approvato nel 2017.
I nostri parlamentari, fin'ora, si sono insomma girati dall'altra parte non solo dinanzi alle firme ma anche alle persone concrete che sono state costrette a morire con sofferenza o a  fuggire all'estero, come è successo a Fabiano Antoniani (accompagnato in Svizzera da Marco Cappato ora a processo). Anche la Corte Costituzionale ha invitato il Parlamento a legiferare! 

GUARDA IN QUESTO LINK IL VOLANTINO CHE DISTRIBUIREMO
"LIBERI DI SCEGLIERE"

e qui SUICIDIO MEDICALMENTE ASSISTITO il link al Convegno organizzato da UAAR e Bioetica onlus il 9 Settembre a Roma presso il Senato della Repubblica

e il 19 Settembre a Roma - Piazza s. Giovanni Bosco, Metro A-  GRANDE CONCERTO IN FAVORE DELL'EUTANASIA LEGALE organizzato dall'Ass. Luca Coscioni e sostenuto anche da UAAR

 

pvcvsett2019