Articoli
UAAR VE: VENERDI' 7 FEBBRAIO DARWIN DAY ALL'ATENEO VENETO Stampa E-mail

anche quest'anno Febbraio per noi significa soprattutto Darwin Day!

Certo, nel corso del mese ci saranno altri interessanti appuntamenti, come quello dedicato alla settimana anticoncordataria, ma Charles ha un posto particolare perché la sua teoria sull'evoluzione della specie ha riportato, nella comprensione del mondo,  una rotta razionale e per di più casuale a discapito di un disegno intelligente trascendentale basato sulla credenza e la fede.

E allora, cominciamo con un Darwin Day ormai storico, siamo alla dodicesima edizione per il nostro circolo, quello all'Ateneo Veneto che coinvolge ben 5 licei veneziani con oltre 200 studenti dell'ultimo anno e i loro insegnanti. Un Darwin Day all'insegna della non credulità e del pensiero scientifico con il tema del DNA, anzi della sua bellezza, ma anche con risvolti attuali riferiti all'emergenza climatica che questa bellezza potrebbe estinguere in breve tempo. Attenzione, l'ingresso è libero per tutti, ma vista l'alta affluenza di studenti,  si suggerisce la puntualità per trovare posti a sedere.

VENERDI' 7 FEBBRAIO,  ORE 10,00-13,00 Ateneo Veneto Campo San Fantin Venezia (vicino al Teatro La Fenice)

DARWIN DAY 2020 - XII edizione – ARTE, VIAGGI E SCIENZA

a cura del Circolo UAAR di Venezia e Ateneo Veneto (Franco Ferrari),

in collaborazione con l’Università di Padova (Piero Benedetti) e di Venezia (Stefano Polizzi).

 

RELAZIONI:

Piero Benedetti (UNIPD, Distaccato presso l'Accademia dei Lincei - Roma):

La bellezza del DNA.

Andrea Bergamasco (già Ricercatore CNR, ISP, Associato ISMAR):

Da Venezia al Polo Sud - Appunti di un oceanografo sul clima terrestre.

Marco Bertaglia (Agroecologo, Ricercatore CCR (UE), Extinction Rebellion):

Emergenza climatica - che fare?

Daniele Pernigotti (Biologo, Esperto di Cambiamenti Climatici, Ispettore Accredia):

In bici per il clima.

L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

 
PROPOSTE DI LETTURA FEBBRAIO 2020 Stampa E-mail

PROPOSTE DI LETTURA FEBBRAIO 2020

a cura di Gianni G.

 

GERDA STEVENSON - Se questo fosse vero

GUIDO SILVESTRI - Il virus buono

PATRIZIA VALDUGA - Per sguardi e per parole

 

 
UAAR VE: I DIRITTI ASSENTI, IN GRECIA NEI CAMPI PROFUGHI UNA BABELE DI RELIGIONI. A MESTRE IL 30 GEN Stampa E-mail

GIOVEDI' 30 GENNAIO  ore 17,30
SEDE UAAR MESTRE Via Napoli 49/A

LE PORTE D’EUROPA: 
I DIRITTI ASSENTI
a cura di Otto Neidhart

Otto è un giovane volontario della ONG Samos volunteers e ha tanta voglia di divulgare quello che ha provato e visto nel campo profughi dell’isola di Samos in Grecia, dove per migliaia di persone, solo per il motivo di essere migranti, i diritti risultano come "sospesi", anzi negati. La Grecia, è da sempre definita la culla della civiltà e della democrazia occidentale, ed è un paese appartenente da molti anni all'Unione Europea, eppure per la vita quotidiana dei migranti  il campo di Samos è una “istituzione” totale e violenta, per uomini, donne e bambini.  A Samos sono negati i più elementari diritti civili, in barba al diritto internazionale e alla solidarietà che si dovrebbe provare almeno tra essere umani, in una sorta di babele che non accomuna ma stordisce la dignità di ciascuno anche in tema di non credenza o di credenza alla religione. E purtroppo non esiste solo il campo greco.  Il tema è quello della non discriminazione e della necessaria libertà individuale come mezzo di affrancamento e di crescita, anche critica, nei confronti dell'asservimento e del potere, un tema sicuramente Uaar. La relazione sarà supportata da reportage e video.

Non mancare, l'ingresso è libero.

 

 
UAAR VE - MESTRE GIOVEDI' 23 GENNAIO 2020 RIUNIONE ANNUALE DEL CIRCOLO Stampa E-mail


GIOVEDI' 23 GENNAIO ORE 17,30 NELLA SEDE DI MESTRE DI VIA NAPOLI 49/A 30172 VENEZIA
ASSEMBLEA ANNUALE DEL CIRCOLO DI VENEZIA COME DA STATUTO DELLA NOSTRA ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE UAAR

L’appuntamento è fondamentale per la nostra vita associativa. Un momento democratico per fare il bilancio, non certo economico, delle nostre attività, e stabilire insieme le direttive principali per gli impegni futuri, ed eleggere i nostri rappresentanti.
Chi è disponibile a farsi coinvolgere si faccia avanti! Sarà benvenut* perché rimane fondamentale la rotazione nelle cariche direttive, nonché la distribuzione fra più soci/e delle "cose da decidere e da fare", che comporta la gestione del Circolo, che sono comunque piacevoli e corroboranti, per il loro senso di laicità  e utilità per i diritti dei non credenti e, anche, pensiamo, proprio per tutti!
Per coinvolgere proprio tutt* elencheremo quali sono le attività di un Circolo Uaar. Ve ne sono di necessarie e fondamentali, cioè prescritte dal regolamento, e che non possiamo omettere (coordinamento, cassa, iscrizioni, apertura sede), e ve ne sono altre più volontarie e complementari da svolgere in base alle nostre energie, disponibilità, fantasia, e di quante ne vogliamo combinare (eventi, news, sito, gazebo e volantinaggi, biblioteca, rapporti verso l'esterno ...).
Le attività fondamentali e complementari si combinano, nel senso che la soddisfazione di un circolo, e dei suoi componenti tutti, si esprime nelle attività che riesce a concretizzare oltre ai doveri "burocratici" che acquistano così un senso collettivo, ateo e civile. Ognuno può impegnarsi, per quel che può, in un'ampia griglia di possibilità di espressioni. La progettualità dei più giovani è particolarmente gradita :-).

Ti aspettiamo, è importante per il nostro circolo, e per la laicità di questa italietta ancora da svezzare con più laicismo e razionalità.
L'ingresso è libero anche ai simpatizzanti che però non potranno votare le cariche interne al circolo. I soci per aver diritto di voto devono essere in regola con l'iscrizione 2020 che si può fare anche al momento.
Con tanta voglia di fare ancora tante, pensiamo utili, cose, con tutte le nostre bellissime potenzialità  e impegno sempre liberi, è ovvio, di non credere (finché evoluzione non ci sopprimerà... perciò forza... resistiamo!)


IL DIRETTIVO USCENTE DEL
Circolo UAAR di Venezia

 
UAAR VE - LUNEDI' 20 GENNAIO CALENDARIO ANTICLERICALE Stampa E-mail

 


LUNEDI’ 20 GENNAIO,
ORE 17:30

A VENEZIA, in Campo Margherita, Sede Uaar
CALENDARIO LAICO

E PICCOLO DIZIONARIO DI TERMINOLOGIA ATEA E ANTICLERICALE

a cura dell'autore Pierino Marazzani

Il CALENDARIO LAICO 2020, redatto da Pierino Marazzani,
è giunto alla sua 29a edizione. Quest’anno le illustrazioni attengono al 150° della fine del papa re avvenuta il XX settembre 1870 a seguito della breccia di Porta Pia. Non mancano, tra l’altro, le note per ben 335 misfatti e disgrazie clericali, e la Rubrica con i detti anticlericali. Insomma, un piccolo capolavoro per atei e agnostici per rivolgere ogni giorno un pensiero alla chiesa.

Segue presentazione del
PICCOLO DIZIONARIO DI TERMINOLOGIA ATEA E ANTICLERICALE
di Pierino Marazzani (Edizioni La Fiaccola, Ragusa, 2017, pagine 49, euro 5,00).
Si tratta di un agile librettino tascabile rivolto a quegli atei laicisti che si propongono di migliorare la loro dialettica: vi sono infatti contemplate molte definizioni e parole assimilabili elaborate da autori (Voltaire, Salvemini, Ernesto Rossi, Gianni Grana, Odifreddi, Deschner, De Tocqueville) più o meno noti che si distinguono per la loro originalità, virulenza polemica, acutezza di analisi.
Nel calendario sono inoltre citati molti altri autori meno noti e anche interessanti spunti dalle riviste “L'Ateo” e “Non Credo”. Ogni “voce” del dizionario è corredata da apposita citazione bibliografica che guida il lettore, eventualmente interessato ad approfondire, al testo specifico. Il testo alfabetico inizia con le “Aberrazioni psicotiche dell'ascetismo” di Gianni Grana per finire con le “Visioni del mondo totalizzanti” di Enzo Marzo.

L'entrata è libera e l'argomento simpatico!

 

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 2 di 61