Articoli
UAAR VE - ATTENZIONE APPUNTAMENTI MARZO RINVIATI PER CORONAVIRUS Stampa E-mail

   Anche se oramai siamo in Marzo ti parliamo ancora di evoluzione: questa volta per un virus che i laboratori medici di tutto il mondo stanno studiando per contenere e rendere quanto più inoffensivo possibile nei confronti del genere umano.  Per i virus contagiare è una necessità di vita perché si replicano all’interno di altri organismi, anche i batteri;  inoltre la loro forma di evoluzione prevede grande diversità genetica, cioè come dire che non si sa come si differenzino per selezione naturale ad ogni passaggio di organismo infettato.


Al momento, perciò, poiché non possiamo più confidare nell’acqua santa che è stata bandita, nelle  messe e nelle benedizioni pubbliche (sospese), e poiché anche il papa dei cattolici si è fatto fare il suo bel tampone, noi teniamo per la scienza e la conoscenza e ringraziamo non solo i ricercatori ma anche tutto il personale sanitario che è in prima linea, e tutti coloro che si stanno adoperando per contenere il virus, comprese le forze pubbliche.

Perciò per considerazione di tutto questo gran lavoro, e valutando che alcuni suggerimenti dati siano non solo concreti ma anche ragionevoli nell’interesse di tutti, abbiamo deciso di rinviare a data da definire tutti i nostri appuntamenti di Marzo dedicati alla parità di genere della donna e di tutti, e contro le discriminazioni. Le date e i mesi sono solo momenti convenzionali mentre i contenuti e le azioni valgono sempre, per cui  ci ritroveremo più avanti con gli stessi temi e la stessa determinazione.

Riprogrammeremo perciò, appena ci saranno le condizioni, il  Gazebo in piazza Ferretto e la distribuzione del nostro volantino “Testa o croce –non affidarti al caso” perché le donne non si facciano seguire da medici obiettori, la relazione sulla storia di un film hard degli anni 70 che ha sollecitato con la sua visione nelle sale cinematografiche l’America puritana di allora e anche le femministe, l’ incontro con una mediatrice culturale per spiegare e opporsi alla piaga dell’infibulazione, infine la presentazione da parte di un’esperta d’arte della donna e pittrice Frida Kahlo.

Nel frattempo la nostra sede di Mestre resterà comunque aperta il giovedì per le iscrizioni, per poter accedere ai libri della nostra bella biblioteca, o magari anche scambiare due parole a qualche debito metro di distanza.

Sempre liberi di non credere e responsabili.

 
PROPOSTE DI LETTURA MARZO 2020 Stampa E-mail

PROPOSTE DI LETTURA MARZO 2020

a cura di Gianni G.

 

GIUSI MARCHETTA - Tutte le ragazze avanti

JOUMANA HADDAD -Al Maqam - la storia di Naìma

VERONICA RAIMO-MARCO ROSSARI-Le bambinacce

EVE ENSLER - Chiedimi scusa

 
ATTENZIONE EVENTO RINVIATO PER CORONA VIRUS - UAAR VE - HOMO (Sapiens !?) Mercoledì 26 MESTRE Stampa E-mail

Febbraio, il mese dedicato al grande Charles Darwin e al suo compleanno (12 Febbraio 1809), si conclude con una interessante relazione inserita nei Darwin Day 2020 per fare ancora il punto sull’evoluzione e sul tema delle estinzioni di massa contemporanee quali diretta responsabilità dell’Homo non si sa quanto sapiens.

MERCOLEDI’ 26 FEBBRAIO, ORE 17.30

A MESTRE - PRESSO L’OFFICINA DEL GUSTO - IN VIA SARPI 22

HOMO - RITRATTO IMPIETOSO DI UNA SPECIE VINCENTE

A cura di Michele Zanetti , saggista, scrittore, naturalista e fotografo

Homo sapiens, autoritratto, dopo circa 200.000 anni di esistenza, di uno sviluppo poderoso in attività e possibilità di una specie che pare all’apice del suo lato negativo nella propria superbia e cupidigia.
Da dove arriva questa “specialità” naturale che si sposta su due zampe, che è dotata di un grande cervello e di mani con i pollici opponibili, ce lo rivelano le scoperte degli studiosi di paleoantropologia e di evoluzionismo. Dove stia andando questo essere che si immagina vivo e sempre vincente, in un cortocircuito neuronale anche al di fuori della realtà, è sotto i nostri occhi.
Michele metterà perciò a confronto questo Homo, senza fare sconti e con un po’ di sano anti-antropocentrismo,  con le proprie responsabilità di fronte alla natura, agli animali e anche agli altri essere umani, per cercare di invogliare  una risposta,  almeno sensata, alla domanda sul futuro dell’ Homo sapiens perché si tratta di una scommessa con la nostra stessa specie. Una scommessa che stiamo perdendo.
L’ingresso è libero.

Sempre liberi di non credere e di biasimare anche l’Homo, se si crede dio in terra.

 
CONTRO IL CONCORDATO E PER IL CAMBIAMENTO A VENEZIA IL 17 FEBBRAIO Stampa E-mail

LUNEDI' 17 FEBBRAIO A VENEZIA, presso il Circolo Campo Margherita VE Dorsoduro 3686

DOPPIO APPUNTAMENTO ALL'INSEGNA DEL CAMBIAMENTO,

il primo, contro il Concordato, da attuare con urgenza per un Paese libero dall'ingerenza religiosa,

il secondo, inteso come cambiamento climatico, un allarme oramai urgente

 

DALLE 16.00 ALLE 17.30 SETTIMANA ANTICONCORDATARIA -SAC-

11 febbraio (1929 Concordato Mussolini) - 18 febbraio (1984 Concordato Craxi): presidio e distribuzione volantini contro il Concordato e le altre numerose prebende alla “religione di stato”.

ALLE 17.30 : -DARWIN DAY 2020- PER UNA GIUSTIZIA CLIMATICA, ECOLOGICA E SOCIALE

LA STRATEGIA DI EXTINCTION REBELLION

a cura di Stefano Polizzi

Ci troviamo tutti in un'emergenza climatica, in gran parte prodotta dall'uomo, che sta già producendo i suoi effetti di estinzione di massa di vegetali, animali e anche di esseri umani. Per Extinction Rebellion, a questo punto, non si può fare altrimenti ed è necessaria la disobbedienza civile nonviolenta, affinché l’allarme lanciato dalla comunità scientifica possa essere ascoltato. Extinction Rebellion è un’associazione di persone consapevoli che non si danno per vinte, che prendendo a modello Mahatma Gandhi e Martin Luther King, manifestano e scendono in strada con azioni non violente per informare tutti del dramma già consumato e del pericolo oramai incombente e per indurre chi ha il potere a cominciare a fare qualcosa.

Vale la pena di esserci, l'ingesso è libero.

17 febbraio 2020

 
UAAR VE - 7 FEB 2020 UN GRANDE DARWIN DAY Stampa E-mail

Grande UAAR Venezia. Davvero, è stato un grande e importante Darwin Day.


Oltre 300 ragazzi delle superiori assiepavano due sale dell’Ateneo Veneto per una mattinata di vera divulgazione scientifica, di pensiero razionalista che spero abbia aperto gli occhi a molti sulla più grave crisi che i Sapiens si sono mai trovati ad affrontare: il riscaldamento globale antropico unito alla Sesta estinzione di massa in corso.
Grazie di cuore quindi a Franco Ferrari, motore di questi 12 anni di Darwin Day in proficua collaborazione con il prestigioso Ateneo Veneto; grazie a Piero Benedetti per la collaborazione con l’Università di Padova; grazie a Stefano Polizzi per la collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia; grazie ai tanti che hanno dato una mano; e grazie soprattutto ai relatori, che hanno saputo incantare e stimolare il pubblico: l’oceanografo Andrea Bergamasco con cui abbiamo viaggiato dalla nostra Laguna fino ai lontani ghiacci dell’Antartico; il biologo climatico Daniele Pernigotti, che gira l’Europa in bici cercando di portare un messaggio di consapevolezza sui cambiamenti climatici in atto; l’agroecologo  Marco Bertaglia che dopo aver riassunto in maniera chiara la terribile verità su ciò che ci sta già accadendo, ci ha portato il messaggio di Extintion Rebellion, un’associazione di persone consapevoli che non si danno per vinte, che prendendo a modello Mahatma Gandhi e Martin Luther King, con azioni non violente cerca di indurre chi ha il potere a cominciare a fare qualcosa.
Di queste problematiche riparleremo lunedì 17 febbraio nella sede di Campo Margherita con lo stesso Stefano Polizzi. Varrà la pena esserci!
Dario DT

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 2 di 62