Articoli
UAAR VE - 26 aprile EPICURO, il filosofo della libertà dagli dei Stampa E-mail

ti invitiamo a una lezione, anzi due, su un filosofo antico che ha ancora qualcosa da insegnare e da dire anche nell'epoca contemporanea: Epicuro!

Giovedì 26 Aprile, alle  ore 17,30

presso la sede Uaar di MESTRE
in Via Napoli 49/A

EPICURO E LA FILOSOFIA DEL GIARDINO, prima parte

a cura di Maria Giacometti

Un grande filosofo dell’antichità ancora in grado di stupire per la sua capacità non solo di interpretare la realtà in modo razionale ma anche per le sue risolutive spiegazioni in favore delle donne e degli uomini del suo tempo, e valide anche qui e ora. Epicuro, che in un'epoca in cui la mitologia imperava, ha avuto il coraggio, derivato dalla razionalità del suo pensiero, di contrapporsi al sentire comune. Epicuro e il suo giardino, per coltivare menti felici di vivere insieme, compiutamente e con responsabilità. Epicuro e il suo pensiero osteggiato e così poco divulgato. Per fortuna che c'è Maria!

L'entrata è libera. Non perdertela.

La seconda lezione si terrà il 24 Maggio.

(Clicca sull'immagine se vuoi ingrandirla)

 
UAAR VE - 21 APRILE A MESTRE PRESENTAZIONE LIBRO "MADRE NOSTRA" Stampa E-mail

MESTRE Via Piave 67
Sabato 21 aprile ore 17:30
presentazione del libro

MADRE NOSTRA

di Stefano Paparozzi

Il romanzo, edito da Zona 42, vede protagonista la giovanissima Miriam, che a dodici anni si ritrova inspiegabilmente incinta. È un miracolo? È una mutazione genetica? Miriam si ritroverà divisa fra una setta che vuole adorarla e un istituto di ricerca che vuole studiarla, e nelle pagine del suo diario saremo testimoni dell'ennesimo confronto fra Scienza e Fede, e soprattutto delle sue conseguenze sulla crescita di una giovane donna.

Stefano Paparozzi, attuale coordinatore del Circolo UAAR di Venezia, come scrittore ha esordito vincendo il Premio Robot nel 2015 con il racconto Rendez-vous, pubblicato sull’omonima rivista e nel 2016 il suo racconto Pranzo di Natale è stato pubblicato nell’antologia Dinosauria (Ed. Pendragon).

[Clicca sulla locandina per ingrandirla]

Il 21 aprile è anche la giornata nazionale del Testamento Biologico. Saranno presenti tavoli informativi e documenti per aiutarti a saperne di più sulla nuova legge che ti permette di avere più libertà nella scelta di quali trattamenti e cure subire se non fossi più in grado di esprimere la tua volontà.

Cogliamo l'occasione per ringraziare il Gruppo di Lavoro via Piave 67, che ancora una volta ci ospita con piacere.

Non mancare!

 

 
UAAR VE - INVITO A TEATRO VENERDI' 13 APRILE AL MOMO Stampa E-mail

quando si muove Exit Italia le cose sono in grande, e toste! Questa volta, l'invito è a teatro,

venerdì sera a Mestre al Momo in Via Dante, alle 20.30 per uno spettacolo che ha interessato altre grandi città:

STAY – IL VIAGGIO
liberamente tratto dal libro “il Viaggio " di Marco Longhi
di e con Paola Francesca Lozzi.

E con l'empatia che genera il teatro Exit presenterà una protagonista d'eccezione: l'eutanasia!
Sarà anche un'occasione per ricordare la recente conquista del Testamento Biologico DAT, una conquista, un diritto che non lede ad alcuno, personale, da difendere e ampliare.
Non mancate e se potete prenotare già il vostro posto, fatelo scrivendo all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . Il Momo é piccolo, l'argomento coinvolgente e lo spettacolo da non perdere. L'entrata é gratuita.
Inoltre Venerdì 13, é anche facile da ricordare anche per i non superstiziosi!
E soprattutto, per favore divulgate!

Con l'occasione allestiremo un tavolo in sala dove metteremo a disposizione un modulo con le istruzioni per presentare le proprie DAT - Disposizioni Anticipate di Trattamento (Testamento Biologico), in Comune di Venezia. Vi aspettiamo.

Questo l'invito ricevuto da Exit Italia:
Care Amiche e cari Amici,
stiamo prendendo le prenotazioni del Teatro "Momo" di via Dante 81 a Mestre, per la serata di Venerdì, 13 Aprile prossimo dove si svolgerà la bellissima opera teatrale ispirata al libro IL VIAGGIO di Marco Longhi.
Saranno 50 minuti di "suspense" dopodichè Marco Longhi ed il nostro Presidente Emilio Coveri intratterranno il pubblico e risponderanno alle domande che verranno rivolte specialmente sul Testamento Biologico e la Legge n. 219/2017 e le relative DAT.

Chiediamo la vostra presenza, ...
EXIT-Italia sponsorizza tale evento, l'entrata è libera fino ad esaurimento dei posti.

 
UAAR VE 11 APRILE GAZEBO A VENEZIA 8X1000 E TESTAMENTO BIOLOGICO Stampa E-mail

Venezia - Campo Margherita
mercoledì 11 aprile - ore 10-18

GAZEBO sull'8x1000

e sul testamento biologico

Fra poco saremo chiamati alle nostre annuali incombenze fiscali con la consueta dichiarazione dei redditi, e con essa parte la corsa allo spot per la Chiesa Cattolica in cerca di firme per l'8x1000. Ma lo sapevi che, anche se non firmi, il tuo 8x1000 viene comunque prelevato e ripartito secondo le percentuali di chi ha firmato – ovvero per lo più proprio alla stessa Chiesa che già gode di privilegi e esenzioni, gravando sulle tasche di tutti i cittadini?Noi saremo in campo (in tutti i sensi!) per informare te e tutti i cittadini su questo dettaglio spesso trascurato, e con esso sul ben più democratico (in quanto libero e volontario) 5x1000.
Clicca sull'immagine per vedere il giallo pieghevole che distribuiremo :-)

A questo link trovi invece il sempre simpaticissimo video sull'argomento:
http://www.youtube.com/watch?v=o44loprfxKA

Il Gazego sarà anche un'occasione per parlare delle DAT: le Disposizioni Anticipate di Trattamento, o più comunemente Testamento Biologico. Ora che abbiamo una legge a livello nazionale, ti spiegheremo come muoverti qualora volessi usufruire anche tu di questo utile strumento di autodeterminazione, in vista di una giornata nazionale interamente dedicata al tema fra un paio di settimane.

 

 
UAAR VE - 5 APRILE MESTRE: CIACK 1968, 2001 ODISSEA NELLO SPAZIO Stampa E-mail

giovedì 5 aprile ore 17,30
a Mestre in via Napoli 49/a
Sede del Circolo Uaar di Venezia

CIACK SI GIRA,
2001 ODISSEA NELLO SPAZIO
E IL MISTERO DELL'INQUIETANTE MONOLITE

Il 1968 è per noi contemporanei il simbolo di un periodo di rivoluzione, il contrapporsi al potere imposto per tradizione, e alla guerra. E' un giro di boa internazionale, ad est come ad ovest,  che porterà a molti cambiamenti in ambito sociale  e politico e alla richiesta pressante di diritti civili, di libertà sessuale, di sdoganamento dai ruoli di genere imposti. In Italia, in pochi anni, la spinta del 1968, porterà alle leggi sullo statuto dei lavoratori, sull'obiezione di coscienza del servizio militare, sul divorzio, sull'interruzione di gravidanza e a un nuovo modo di intendere l'istruzione e il rapporto tra le generazioni. In quegli anni all'Università di Trento fu coniato uno slogan tutto da interpretare,"cloro al clero", e gli studenti dell'Università Cattolica di Milano occupavano le privilegiate aule.
Nel 1968, in Italia a Dicembre, esce il film di Stanley Kubrick  "2001 Odissea nello spazio", una pellicola come non se ne erano mai viste prima, sia per gli effetti speciali che per la trama,  silenziosa, senza amore, e senza attori protagonisti. Anzi, a ben vedere, i protagonisti ci sono e si delineano  nell'inquietante e misterioso monolite nero e nel percorso dell'evoluzione umana. D'altro canto il cinema non è solo avanguardia ma è anche riflesso della società, e il chiedersi dove stiamo andando e perché non è una domanda retorica neppure oggi ma nel 1968 era fondamentale.
Per questi motivi a 50 anni dal 1968, e ora che il 2001 è alle spalle, vi riproponiamo alcune scene di "2001 Odissea nello spazio", brevi riflessioni e curiosità sul film,  ma soprattutto un dibattito su un tema che ci pare ancora interessante: cosa rappresenta il monolite nero e se e quanto il genere umano abbia ancora necessità di queste rappresentazioni esterne da sé per cercare di comprendersi.
(a cura di Cathia Vigato)

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 9 di 59