Articoli
SABATO 19 A MESTRE IN PIAZZA FERRETTO, TUTTI LIBERI DI ABORTIRE Stampa E-mail

nel titolo non c'è un errore, il tavolo informativo, che terremo sabato a Mestre per la campagna "Libera di abortire", interessa non solo le donne fertili, ma anche le più anziane, e anche gli uomini e i gay di varie sfumature. Perché un diritto individuale, che non obbliga ad essere esercitato se non lo si vuole, è una libertà che allarga gli orizzonti di tutta la società. Dunque tutti liberi di abortire!

SABATO 19 GIUGNO, A MESTRE IN PIAZZA FERRETTO, ORE 16-19

TAVOLO INFORMATIVO SULLA CAMPAGNA "LIBERA DI ABORTIRE", e si può firmare l'appello "in diretta"!

La campagna invita a firmare on line sul sito LIBERA DI ABORTIRE un appello al Governo e al Ministro Speranza per attivare con urgenza le seguenti iniziative senza le quali la legge 194,  a 43 anni dalla sua promulgazione,  risulta attualmente svilita dei suoi contenuti di libertà. I dati sono allarmanti: troppi medici obiettori, Regioni reticenti, difficoltà di informazione e tanto altro, tutte situazioni che devono essere superate per garantire che la legge 194 venga applicata senza che le donne vengano danneggiate fisicamente e psicologicamente. L'appello chiede con forza anche i progetti di educazione sessuale e affettività nelle scuole.

Al nostro tavolo informativo porteremo anche un computer che, fino a che la batteria terrà, permetterà di firmare l'appello "in diretta", o comunque firmando un foglio si potranno dare gli estremi per l'adesione a posteriori (con batteria carica). Sarà anche a disposizione il VADEMECUM informativo sull'iter da svolgere per accedere all'interruzione volontaria di gravidanza. Ti aspettiamo per la tua adesione e per un aiuto al tavolo.

L'appello chiede che:

Vengano date disposizioni alle Regioni per assumere medici non obiettori, ad oggi in numero insufficiente per garantire pienamente il diritto delle persone ad abortire.

Sia inserito un indicatore specifico che valuti la presenza/assenza, tempi e modalità di erogazione dei servizi per l’interruzione volontaria di gravidanza, e siano previste, per le Regioni che non garantiscono tale prestazioni, penalizzazioni nei finanziamenti.

Venga favorita la telemedicina per il colloquio con il medico e il rilascio del certificato necessario per l’interruzione volontaria di gravidanza.

Vengano fornite tutte le informazioni fondamentali sull’aborto sul sito del Ministero della Salute, incluse una mappa delle strutture ospedaliere dove è possibile accedervi e un vademecum esplicativo dei diritti delle persone che vogliono accedere al servizio.

Siano svolte indagini conoscitive e aggiornate sull’aborto clandestino in Italia, le cui stime in tutti gli ultimi rapporti e secondo analisti, specialisti, prefetture e Ministero della Giustizia continuano ad essere poco attendibili.

Vengano resi obbligatori percorsi di preparazione, aggiornamento e informazione del personale sanitario coinvolto nelle pratiche di IVG oltre che garantita adeguata formazione nelle scuole di specializzazione di ginecologia ed ostetricia.

Vengano finanziati e incentivati progetti continuativi di informazione sessuale e affettiva nelle scuole, così da garantire la piena conoscenza dei diritti riproduttivi delle persone.

L'UAAR sostiene l’iniziativa con banchetti informativi per tutto il mese di giugno e nello specifico nel fine settimana del 19/20 giugno a La Spezia, Perugia, Bologna, Palermo, Catania, Venezia, Milano, Padova e altri Circoli che si aggiungeranno.

L’iniziativa è promossa da Radicali italiani, IVG ho abortito e sto benissimo, Non è un veleno, i Giovani Democratici Abruzzo e Milano, Si Può Fare, TAKE… ACTION e naturalmente dall’UAAR.

Sempre liberi di non credere e di abortire

 
PROPOSTE DI LETTURA GIUGNO 2021 Stampa E-mail

PROPOSTE DI LETTURA GIUGNO 2021

a cura di Gianni G.

CARLO ROVELLI - Helgoland

CORRADO AUGIAS  - GIOVANNI FILORAMI - Il grande romanzo dei vangeli

FEDERICO TULLI - Chiesa e pedofilia il caso italiano

 
IL COMMIATO...E FAMOLO STRANO! Stampa E-mail

Ci è venuta un'idea bislacca che poi non è neppure tanto inusuale:

IL COMMIATO.... E FAMOLO STRANO!

GIOVEDI 27 MAGGIO ORE 17. 30 VIA ZOOM,

Entra nella riunione in Zoom

https://us05web.zoom.us/j/85331562702?pwd=UFJZd1B4Z1ozRXRiZFNqRWhLZ09Kdz09

ID riunione: 853 3156 2702

Passcode: 6rvSmS

a cura di Cathia Vigato

Generalmente atei e razionalisti non sono superstiziosi, neppure gli agnostici, ma magari con il  "non si sa mai" qualche toccatina può anche scapparci :-). Dunque possiamo parlarne, sì, della nostra dipartita.

Questa volta però non in tema di disposizioni anticipate o di eutanasia ma in tema di saluto personalizzato da noi stessi.

La "cosa" non è poi così inusuale, in internet si trovano pure delle checklist di aiuto, basta pensarci per tempo. La chiacchierata metterà in luce alcuni aspetti della questione che "alla fine", piuttosto che essere interpretata come un esercizio di egoismo, può diventare un grande aiuto per chi resta.

Oltre alla chiacchierata sarà svelata un'idea nel cassetto del nostro Circolo veneziano che potrebbe diventare un informale contenitore di questi saluti molto particolari che saranno programmati, ne siamo certi, con tante sfumature e pure con dosi di intelligente ironia.

 

 
DI NUOVO! DOPO OTTO ANNI RIPRENDE LA RACCOLTA FIRME PER EUTANASIA LEGALE Stampa E-mail

Tre giorni di raccolta firme, assieme all'Associazione Luca Coscioni, saremo in piazza con dei tavoli per raccogliere ancora una volta le firme a favore della legge sull'Eutanasia Legale, una proposta di legge che giace oramai da otto anni in Parlamento, che è come dire immobile, come nel coma! Le firme raccolte saranno un ulteriore appello popolare al Parlamento perché la legge venga discussa e approvata.
Sarà anche avviata la campagna per il referendum che modificando l'art. 579 del codice penale renderebbe possibile l'eutanasia anche in Italia.
I banchetti saranno tenuti
a Mestre in piazzetta Matter venerdì 14 Maggio dalle 10.00 alle 13.00 e  sabato 15 Maggio dalle 15.00 alle 19.00;
a Venezia domenica 16 Maggio, davanti alla stazione, dalle 10.00 alle 13.00

Vi aspettiamo!

 
UAAR VE: OTTO PER MILLE MA PER POCHI PIGLIATUTTO Stampa E-mail

Con la primavera arrivano anche le incombenze delle dichiarazioni dei redditi, e l'otto e il cinque per mille, per due firme importanti.

E' una buona occasione per parlarne in una riunione dedicata dove ti sveleremo i segreti magici dell'otto per mille, e la razionalità del cinque per mille, due fratelli molto diversi tra loro!

Ecco il link per partecipare alla riunione zoom di

 

OTTO PER MILLE E RELIGIONI PIGLIATUTTO, CINQUE PER MILLE PER IL FUTURO

GIOVEDI' 29 APRILE ORE 17,30 IN ZOOM

https://us04web.zoom.us/j/3038753185?pwd=SHBlTjNHN3Jod0hPQU1mbG14VHNJUT09

ID riunione: 303 875 3185

Passcode: 4pfisu

Rubamazzetto o quasi nella divisione di una cifra importante e cioè l'8 per mille dell'IRPEF degli italiani tutti e un obolo dal quale nessuno può sottrarsi: un bottino di più 1 miliardo e 400 mila euro!!!  Ripercorreremo la storia e gli effetti di un meccanismo iniquo, le azioni intraprese da UAAR, e come controbatterlo con una firma, ma non solo.

La suddivisione del 5 per mille è molto diversa da quella dell'otto per mille, con molte ombre e qualche bella luce come quella della firma ad associazioni non religiose impegnate nel sociale. Come con la firma per UAAR che da sempre utilizza i fondi percepiti ogni anno in attività e campagne in favore della non credenza e per un futuro senza discriminazioni targate fedi e "magie".

Il codice fiscale per devolvere il 5 per mille ad UAAR è 92051440284. Per sostenerci apponi la firma nel riquadro “Sostegno del volontariato, delle associazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale, delle associazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c.1, lett a), del D.Lgs. n. 460 del 1997” e riporta il codice fiscale dell’UAAR nello spazio collocato subito sotto la firma.

Ecco un bellissimo esempio di cosa fa UAAR, la riuscitissima campagna in favore dell'autodeterminazione delle donne e dell'aborto farmacologico, in un video che riporta al centro le cose importanti e che non sono certo la manna miracolosa di Nicola donata al responsabile attuale della protezione civile -per combattere meglio il covid- da un governatore regionale!!!

Video l'Uaar a fianco delle donne con Alice Merlo, Cinzia Visciano, Adele Orioli e Silvia Baldassarre

https://www.youtube.com/watch?v=RUr_3-_Jqlo

A presto con altre iniziative dal Circolo e da UAAR e con un prossimo nuovo sito dedicato a una libertà importante che comincia per S ( e che non è un santo!)

 

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 5 di 70