BELLISSIMA, GLI SPECCHI DEFORMATI DELLA SOCIETA', A MESTRE
BELLISSIMA, GLI SPECCHI DEFORMATI DELLA SOCIETA', A MESTRE Stampa E-mail

Per concludere questo lungo Marzo durante il quale abbiamo dedicato molti incontri alla parità di genere,  ti invitiamo al cinema:

GIOVEDI' 29 MARZO A MESTRE, alle ore 17.30,

presso la sede del Circolo in  Via Napoli 49/A

Visione di alcune scene del film "BELLISSIMA" di Luchino Visconti, 1951

E’ una Maddalena tormentata Anna Magnani,  che  in questa pellicola è un’interprete trascinante, come madre di Maria che vorrebbe per la sua bambina un futuro di attrice famosa, un sogno che le emanciperebbe entrambe, dalle  delusioni del passato la madre e dalla miseria del presente la figlia. E’ un mondo viscido invece quello in cui impatteranno le due donne, un mondo di apparenze, un mondo cinico e declinato al maschile. “Bellissima”, di Luchino Visconti, pellicola del 1951, è un film che fa ancora riflettere sui ruoli, sugli specchi deformati, e sulle contraddizioni non solo delle donne ma di tutta la società.

L'ingresso è libero. Seguirà dibattito e piccolo rinfresco primaverile.

 

Aggiungi commento

I soci registrati, prima di inviare un commento, devono accedere con login e
password dall'apposito modulo LOGIN in basso a sinistra.

Se non sei socio i tuoi commenti potranno essere pubblicati dopo approvazione dei moderatori, e pertanto potrebbe trascorrere un po’ di tempo.

La scelta delle notizie e i commenti eventualmente espressi dai curatori
o dai visitatori non rappresentano necessariamente l’opinione dell’UAAR.

Codice di sicurezza
Aggiorna