UN BUON NUOVO PROGRAMMA, BUON SOLSTIZIO E BUONE VACANZE A TUTTI
UN BUON NUOVO PROGRAMMA, BUON SOLSTIZIO E BUONE VACANZE A TUTTI Stampa E-mail

Dopo la chiusura forzata causa Covid-19, finalmente ci prepariamo alle vacanze vere all’aria aperta di una nuova Estate tutta ancora da scoprire. La sede del Circolo è stata chiusa per un po’ ma il lavoro non si è mai interrotto e così, in occasione degli auguri per il solstizio, ti proponiamo il nuovo e fresco programma – da settembre a dicembre – che trovi comodamente in questo link:
http://www.uaarvenezia.it/images/programma.pdf

Un modo per riavviarci nel futuro recuperando anche alcuni appuntamenti che erano stati sospesi con la pandemia, ma aggiungendo puri stimoli nuovi e abbondando, per quanto la stagione lo permetterà, con gli eventi all’aperto.

Ci troveremo sempre, e da settembre capiremo come organizzarci con “le distanze”, nella storica sede veneziana di Campo Margherita, e in quella di Mestre in via Napoli 49/a, luminosa e comoda (anche per i veneziani), ma anche nella capiente sala dell’Officina del Gusto di Mestre, e naturalmente ai nostri tavoli informativi nelle piazze che non hanno limiti di partecipazione. Per lo spazio del Gruppo di Via Piave auguriamo ai nostri amici che ci hanno sempre ospitato di trovare presto una bella e capiente sala per i loro -e i nostri- incontri.

Ecco un accenno gli eventi principali, lasciando spazio, per i particolari, alla tua curiosità.

A SETTEMBRE (come sempre) si inizia a Venezia con il Premio Brian assegnato dall’UAAR alla miglior pellicola della Mostra del Cinema di Venezia: sentiremo dai nostri giurati le novità sulla mostra e le motivazioni della designazione della pellicola scelta per il premio. Daremo poi risalto alla festa dimenticata del XX Settembre (Breccia di Porta Pia 1870), della quale quest’anno ricorre il 150° anniversario; infine, a Mestre, abbiamo organizzato un incontro con personale addetto alla sanità, e in particolare con un anestesista rianimatore, per ascoltare cosa è successo in prima linea durante la pandemia.

A OTTOBRE, a Venezia, parleremo dell’intrigante trama del film “Gola profonda”, e a Mestre di sano anti-antropocentrismo sull’Homo poco sapiens, “Ritratto impietoso di una specie vincente”, con un incontro tenuto dal grande appassionato naturalista divulgatore Michele Zanetti; infine concluderemo il mese in piazza all’aperto con il tavolo dedicato dello sbattezzo.

A NOVEMBRE, nel mese dedicato contro la violenza di genere, gazebo informativo a Venezia e proiezione del film “Dio è donna e si chiama Petrunya”; a Mestre denunceremo le “mani” sulle donne con una conferenza a cura di Nana Kadiatou operatrice sociale, contro l’infibulazione, una tragedia che coinvolge ancora migliaia di bambine e di donne anche in Italia.

A DICEMBRE ci avvieremo verso le feste a Mestre con un viaggio attraverso i luoghi e la pittura di Frida Kahlo; a Venezia invece faremo un incontro-dibattito sul rinnovamento della rivista dell’UAAR, dall’Ateo a Nessun Dogma, e la serata si concluderà con la cena di fine anno.

Non sapendo ancora come evolverà la nostra libertà di riunione nel tempo, verifica date e orari degli incontri venendo al circolo o chiamando il 331.1331225.

E allora ti aspettiamo in Settembre sempre liberi di non credere mascherati o no.

Un caro ateo o agnostico saluto e buona Estate dal Circolo UAAR di Venezia

 

ATTENZIONE: a luglio e agosto siamo in ferie ma la sede di Mestre potrebbe essere aperta i giovedì, a intermittenza... in base alla vostra nostra voglia di simpatica compagnia.

[La simpaticissima vignetta è di Maria Turchetto]

 

Aggiungi commento

I soci registrati, prima di inviare un commento, devono accedere con login e
password dall'apposito modulo LOGIN in basso a sinistra.

Se non sei socio i tuoi commenti potranno essere pubblicati dopo approvazione dei moderatori, e pertanto potrebbe trascorrere un po’ di tempo.

La scelta delle notizie e i commenti eventualmente espressi dai curatori
o dai visitatori non rappresentano necessariamente l’opinione dell’UAAR.

Codice di sicurezza
Aggiorna