Sanità:mancano medici e infermieri, invece assumono preti - Petizione on line
Sanità:mancano medici e infermieri, invece assumono preti - Petizione on line Stampa E-mail

Vi invitiamo a sottoscrivere la petizione proposta dal Consigliere regionale Nicola Atalmi (socio UAAR)

Sottoscrivi:    http://www.petizionionline.it/petizione/le-usl-venete-assumano-medici-e-infermieri-non-preti/342

Nicola ci scrive : “A luglio avevo presentato un’interrogazione nella quale chiedevo qual è il costo che sostiene la collettività per pagare i sacerdoti che svolgono il servizio di assistenza religiosa ai malati.

A seguito della mia interrogazione la  Giunta ha ben pensato di stipulare un accordo con le Diocesi venete  per la regolarizzazione degli assistenti religiosi all’interno degli ospedali..........

 

Secondo questo nuovo accordo la retribuzione e le condizioni di lavoro dei sacerdoti vengono parificate a quelle degli infermieri professionisti laureati.

È  veramente vergognoso  che i religiosi siano pagati anche per svolgere quella che per loro  pensavo fosse una missione  evangelica: quella di assistere i malati.

Inoltre il provvedimento di Giunta arriva in un periodo di ristrettezza economica anche per gli enti pubblici che stanno tagliando  molti servizi alla persona.

Incomprensibile che la Chiesa voglia i soldi dalla Regione per pagare i  sacerdoti……

I 2 milioni di euro dell’accordo potrebbero andare a  finanziare i servizi sociali.

 

Nicola Atalmi  (Consigliere regionale Pdci – Federazione della Sinistra)

 

TESTO DELLA PETIZIONE

 

Le Usl Venete hanno deciso di assumere 96 preti come assistenti spirituali per un esborso annuo di oltre 2 milioni di euro.
Saranno assunti a tempo indeterminato, su indicazione dei vescovi e parificati nel trattamento agli infermieri professionali laureati (categoria D).
Nelle Usl venete ci sono circa 500 precari tra medici, infermieri e tecnici.
Noi pensiamo che l'assistenza spirituale ai malati dovrebbe essere un atto di carità secondo l'insegnamento evangelico e non una professione.
Noi pensiamo che i 2 milioni di euro dovrebbero essere spesi per medici, infermieri e tecnici che servono negli ospedali per accorciare le liste d'attesa e curare i malati.
Noi pensiamo che la Chiesa Cattolica abbia notevoli risorse economiche, anche dall’8 per mille, per pagare, se non trova preti che lo facciano per missione, gli assistenti spirituali

Per questo i sottoscritti cittadini chiedono che la Regione receda dall’accordo in oggetto. 

 

Sottoscrivi:    http://www.petizionionline.it/petizione/le-usl-venete-assumano-medici-e-infermieri-non-preti/342

 

 

Aggiungi commento

I soci registrati, prima di inviare un commento, devono accedere con login e
password dall'apposito modulo LOGIN in basso a sinistra.

Se non sei socio i tuoi commenti potranno essere pubblicati dopo approvazione dei moderatori, e pertanto potrebbe trascorrere un po’ di tempo.

La scelta delle notizie e i commenti eventualmente espressi dai curatori
o dai visitatori non rappresentano necessariamente l’opinione dell’UAAR.

Codice di sicurezza
Aggiorna