Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti - Circolo di Venezia
Circolo UAAR di Venezia
  • SEDE DEL CIRCOLO UAAR DI VENEZIA, e indirizzo postale , via Napoli 49/a 30172 MESTRE
    aperta il giovedì dalle 17,00 alle 19,00, clicca qui per vedere la cartina
  • SEDE INCONTRI UAAR A VENEZIA, Dorsoduro 3687 (Campo Margherita) - 30123

INCONTRI SEMPRE APERTI ALLA CITTADINANZA,
per date vedi Programma qui in alto. Per informazioni 331 133 1225 (no sms) oppure venezia@uaar.it e per chiedere di ricevere le nostre news scrivici a info@uaarvenezia.it

 

La scienza e la tecnica hanno un'etica?

A PROPOSITO DELLA RIVOLUZIONARIA SCOPERTA DI VENTER E SMITH :

LA SCIENZA E LA TECNICA HANNO UN’ ETICA ?

di Gianfranco Vazzoler

Primario ospedaliero – laurea in filosofia e laurea in bioetica – socio UAAR-VE

Ciò che è veramente inquietante non è che il mondo si trasformi in un completo dominio della tecnica.Di gran lunga più inquietante è che l’uomo non è preparato a questo radicale mutamento del mondo.
Di gran lunga più inquietante è che non siamo ancora capaci di raggiungere, attraverso un pensiero meditante, un confronto adeguato con ciò che sta realmente emergendo nella nostra epoca.”

Heidegger - L’abbandono - 1959

Abitiamo il mondo della tecnica.

La tecnica è il nostro mondo ; si chiede se le categorie finora assunte valgano ancora cioè le categorie dell’età pre-tecnologica o non siano state oltrepassate per descrivere l’uomo di oggi storicamente diverso. La tecnica non è neutra nel determinare l’uomo di oggi.Siamo immersi nel mondo della tecnica e essa condiziona il tutto ; non possiamo essere così ingenui da credere di essere indipendenti da essa. Il mondo è organizzato tecnicamente , è il nostro ambiente , non possiamo scegliere , si è dentro....

 
Monicelli e il suo esempio.

In ricordo del regista Monicelli recentemente scomparso pubblichiamo una bella pagina tratta dal n°9 della rivista “NonCredo”, (edita dalla Fondazione “ RELIGIONsFREE).


 
Caino e Abele

Per il ciclo Bibbia e Psicoanalisi il Circolo UAAR di Venezia
in collaborazione con l 'Ateneo Veneto e con il patrocinio del Comune di Venezia, ha organizzato una conferenza presso l'Ateneo Veneto, alle ore 17.30 del 15 Dicembre 2010, dal titolo:

Caino e Abele

Relatori:

Amos Luzzatto (Biblista e Presidente della Comunità Ebraica Veneziana),

Amedea Lo Russo (Psichiatra e Psicoterapeuta),
Salomon Resnik (Psicoanalista e Didatta).

Presenta e modera Franco Ferrari (Coordinatore del Circolo UAAR di Venezia).
Argomento tragico e sconvolgente che ci fa riflettere sull'origine della violenza tra fratelli e tra gli uomini !

Finiamo le attività dell’anno in bellezza, con un importante evento all’Ateneo Veneto dove, prestigiosi relatori ci introdurranno nel mondo dei miti e dei simboli biblici. E’ una ricerca sulle nostre radici più intime, sulle rappresentazioni bibliche, sul concetto del bene e del male. E’ l’eterna lotta tra l’uomo/donna razionale –il bene- , e la belva –il male-, o forse, chissà, potrebbe essere viceversa, infatti, riflettendo, nessun animale può dirsi “cattivo” o “assassino”.

Nessun animale, tranne l’uomo, ha prodotto tragedie come le guerre o come Auschwitz.

E ancora il mito della famiglia, del clan, con le sue pene interiori, le rivalità, l’odio soffocato che si tramuta in violenza, e la proprietà in stupro, in incesto. Abele è l’altro da noi, il diverso o forse il noi stessi che non accettiamo, i nostri difetti, le nostre paure.

Caino è dentro tutti noi, inutile negarlo. Cerchiamo invece di ascoltarlo, risolverlo, tramutarlo in qualcosa di non deleterio e di “usarlo”, piuttosto, come stimolo di conoscenza per reagire e agire nel nostro mondo in modo più consono e utile per tutti. L’ingresso è libero.

A seguire, per chi lo vorrà, cena in atea e agnostica compagnia in un vicino locale veneziano. Sono ancora aperte le prenotazioni al 3272296505 o Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 
Riunione di Circolo e Brindisi

Lunedì 13 Dicembre alle ore 18, presso la delegazione UAAR di Favaro si terrà una riunione di circolo.

“Discussione sulle ultime letture di libri e riviste da parte dei nostri soci” e
Brindisi di fine attività dell’ anno 2010 (per chi non può partecipare alla serata del 15 dicembre e per tutti).
E’ bello trovarsi in pizzeria a chiacchierare sulle ultime letture, riflessioni, e parlare insieme di quello che si è capito, dei dubbi, delle perplessità, ma poi arriva da mangiare e si salta da un argomento all’altro e magari, si ha voglia solo, e giustamente, di fare battute, ridere e rilassarsi. Ecco allora l’idea: lunedì a Favaro, vi proponiamo una discussione-confronto fra di noi. Non c’è nulla da impartire o da imparare ma piuttosto da condividere con gli altri. Chi di recente ha avuto la possibilità di leggere qualcosa di interessante potrà esporlo agli altri e tutti potranno parlare delle loro letture o riflessioni così che si possano allargare le proprie conoscenze e punti di vista. Giorello, Pievani, Hawkins, Darwin, ma anche, perché no, articoli su Repubblica o sul Corriere o…Famiglia Cristiana. Il tutto da coronare con un brindisi di fine anno.
Vi aspettiamo.

 
Chiese e oratori sul libro paga di Zaia

Non so se avete letto l'articolo del Venerdì (03.12.10 pag.43) però volevo mettervi al corrente di ciò che ho letto, e che riassumerò in poche righe.
Testualmente si legge che: il Veneto alluvionato non rinuncia a finanziare chiese e oratori. Zaia chiedeva sostegno e contributi speciali al governo ("prima noi, poi Pompei"), l'assessore del PdL ai lavori pubblici Massimo Giorgetti annunciava un contributo di 2 milioni e duecentomila euro per "restauro e la manutenzione delle chiese e dei patronati", spiegando che si tratta di luoghi unici di dialogo e di incontro, dove vengono trasmessi ai giovani, quei valori e quegli ideali che appartengano alla nostra storia e alla nostra cultura.Ovviamente la risposta dell'UAAR di Verona non si è fatta attendere.
Il consigliere regionale Nicola Atalmi (Federazione della sinistra), lo scorso marzo, aveva già sollevato il caso dei cappellani sul libro paga degli ospedali e consegnato, assieme al Circolo UAAR di Venezia, al patriarca di Venezia e all'assessore alla sanità dell'epoca 2000 firme contro l'assunzione di 96 preti nelle Asl come consulenti spirituali.
Altri esempi: 30mila euro andranno all'impianto di riscaldamento della parrocchia di San Giuseppe all'Adige, 20mila serviranno alla parrocchia di Santa Maria Maddalena di Novaglie per la canonica. CON I SOLDI DI TUTTI.

Ke dite?

Alberto

 
Il solstizio d'inverno, riti, festeggiamenti e simboli

Venerdì 3 Dicembre alle ore 17.30 presso il Centro Culturale Candiani in Mestre, per il ciclo “Le strade della Ragione”, il Circolo UAAR di Venezia organizza un incontro sul tema:

Il solstizio d’inverno,
riti, festeggiamenti e simboli

a cura di Cathia Vigato

Tutti gli esseri umani partecipano all’universo dei simboli, vi sono inclusi e lo subiscono molto più che non lo costituiscano, ne sono molto più i supporti che gli agenti” J. Lacan

Il solstizio d’inverno è l’evento astronomico di dicembre che segna l’arco diurno più breve dell’anno. Per le popolazioni antiche di tutto il mondo i cambiamenti stagionali legati alla luce solare erano evidenti e molto significativi. (clicca su leggi tutto)

 
Se esiste Dio, perchè esiste il male?

Giovedì 25 Novembre alle ore 17,30, presso la Scoleta dei Calegheri, S.Tomà, Venezia, per il ciclo ‘Le strade della ragione’ si terrà la relazione dibattito:

“SE ESISTE DIO, PERCHE’ ESISTE IL MALE?”

Sono previsti i seguenti interventi:

“Tramonto della teodicea” a cura di Lucio Cortella
(doc. Storia della filosofia Contemporanea – Univ. Ca’ Foscari VE)

“Il concetto di dio dopo Auschwitz” a cura di Fabrizio Turoldo
(doc. Bioetica – Università Ca’ Foscari VE)

introduce Gianfranco Vazzoler (primario ospedaliero, bioeticista) .
Moderatore
Franco Ferrari (UAAR-VE)

 
«InizioPrec.81828384858687888990Succ.Fine»

Pagina 90 di 99