Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti - Circolo di Venezia
Circolo UAAR di Venezia
  • SEDE DEL CIRCOLO UAAR DI VENEZIA, e indirizzo postale , via Napoli 49/a 30172 MESTRE
    aperta il giovedì dalle 17,00 alle 19,00, clicca qui per vedere la cartina
  • SEDE INCONTRI UAAR A VENEZIA, Dorsoduro 3687 (Campo Margherita) - 30123

INCONTRI SEMPRE APERTI ALLA CITTADINANZA,
per date vedi Programma qui in alto. Per informazioni 331 133 1225 (no sms) oppure venezia@uaar.it e per chiedere di ricevere le nostre news scrivici a info@uaarvenezia.it

 

25 Ottobre 2009: Prima candelina per lo sbattezzo UAAR
sb sb sb

Cliccare sulle immagini per vederle tutte e 9

La festa è iniziata sabato a Mestre, il sole rallegrava piazza Ferretto ed il nostro gazebo-banchetto è stato montato con cura da soci e simpatizzanti sorridenti.

Caterina e Alessia hanno preparato i trepiedi con i vari manifesti e avvisi (Exit, Emergenza laicità, Sbattezzo, Gli atei non mandano nessuno all’inferno, Poesia scientifica…) e con i gialli foglietti con le motivazioni compilati da coloro che si sono sbattezzati l’anno scorso ai quali, via via, si aggiungevano i nuovi foglietti di quest’anno.

La vetrina dello sbattezzo ha subito attirato l’attenzione dei passanti che leggevano e commentavano con noi.

Al banchetto le persone, prendevano i nostri volantini, firmavano volentieri la petizione dell’ Associazione Coscioni per un registro comunale dei testamenti biologici a Venezia, ma soprattutto, si fermavano a chiedere informazioni su UAAR e sullo sbattezzo.

 
"AGORA' ":non distribuito per disapprovazione vaticana ?

 

locagor Sembra che nessuna società italiana si sia resa disponibile per la distribuzione e il doppiaggio di questo film per timore di irritare le gerarchie vaticane e, il matematico, saggista, e soprattutto fiero anticlericale Piergiorgio Odifreddi dice: «La figura di Ipazia è esemplare. Era una matematica, donna di grande cultura, la sua fu la prima battaglia tra scienza e fede. La perse, divenne prima martire della scienza per mano di uomini mandati dal vescovo di Alessandria, Cirillo. Sono trascorsi milleseicento anni ma siamo ancora allo stesso punto».

AGORÀ, il film di Alejandro Amenábar, su Ipazia di Alessandria.

La Mod Producciones (http://www.modmedia.es/), compagnia produttrice del film, conferma che la pellicola in Italia non è stata acquistata (mentre ciò è avvenuto in Gran Bretagna, Francia e Germania!).
Si tratta dell'ennesimo capriccio cattolico, l'ennesimo sfregio alla libertà di pensiero, di opinione, di espressione in questo Paese. È venuto il momento di dire basta!

 
Poche ma SENTITE parole

 

 Basta! La smetta!

Sì, certo ce l’ho proprio con lei signor Ratzinger. Altrimenti detto vostra santità.

Sono, e non penso solo io, stufo e arcistanco di vedere ad ogni telegiornale, di ogni rete, quella sua figura vestita talvolta di bianco, talvolta di rosso e talvolta d’oro! Sono stufo di sentire in ogni “finestra” informativa le sue banalità e la sua “propaganda fide”. Ma per chi ci ha preso signor Ratzinger? Per degli idioti ai quali bisogna ripetere....

 
Meeting a Roma: impressioni e commenti

   

19 e 20 settembre:primo incontro nazionale UAAR occasione della commemorazione della breccia di Porta Pia.

Un evento importante per tanti versi, per tanti motivi. Video vari su You Tube

I soci del circolo di Venezia, una decina,  sono arrivati a Roma, alcuni in auto, alcuni in treno, per ritrovarsi  nel piazzale Ankara vicino lo stadio Flaminio.

Tutti un po’ frastornati dal viaggio, da una Roma che non nasconde le sue contraddizioni di capitale e che ben rappresenta il nostro paese.

 
Preti in ospedale: quanto ci costano?

 

In questa società mancano delle figure laiche che assistano, rassicurino, diano conforto non religioso a chi ne ha bisogno.

Ci torna in mente una proposta provocatoria che il segretario del circolo di Venezia aveva portato in un nostro incontro sui “predicatori” laici (il termine è da affinare) stipendiati dalla comunità, che dovrebbero occuparsi anche dell’etica – etica di cui la chiesa si è impossessata deformandola secondo le sue esigenze.

Pubblichiamo quindi volentieri un articolo apparso il 1° settembre 2009 sulla “Nuova” relativo ad una interpellanza presentata al consiglio regionale da Nicola Atalmi.  Leggi l’articolo.

 
CICAP e creazionismo

 A proposito di creazionismo, di cui si parla molto in questi tempi per i fatti inauditi che si verificano a riguardo (vedi per esempio museo di storia naturale aperto al pubblico lo scorso 29 aprile a Eureka Springs, in Arkansas, e recente conferenza al Museo di storia naturale di Brescia), pubblichiamo volentieri il punto di vista del CICAP, che con le sue iniziative per combattere gli imbrogli, le superstizioni e le irrazionalità ci aiuta da tempo a divulgare il pensiero scientifico e razionale sempre più a rischio di estinzione.

CICAP e Creazionismo di Lisa Maccari

Creazionismo, in senso stretto, è qualunque dottrina che si fondi sulla credenza in una divinità, o in un demiurgo, che con un proprio atto di volontà abbia dato origine al mondo………..

 
Evviva il "bieco illuminismo" del TAR
  L’Osservatore Romano lamenta la discriminazione contro sei milioni di studenti che a causa della sentenza del TAR del Lazio non potranno godere di un credito formativo nel punteggio della maturità. Sei milioni di studenti italiani che frequentano le lezioni di religione impartite da docenti inseriti nelle scuole pubbliche non attraverso un concorso pubblico e una graduatoria ma su indicazione della chiesa. Docenti di religione pagati con denaro pubblico.

Mi chiedo chi sia veramente discriminato e ricordo che .....

 
«InizioPrec.8182838485868788Succ.Fine»

Pagina 85 di 88