Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti - Circolo di Venezia
Circolo UAAR di Venezia
  • SEDE DEL CIRCOLO UAAR DI VENEZIA, e indirizzo postale , via Napoli 49/a 30172 MESTRE
    aperta il giovedì dalle 17,00 alle 19,00, clicca qui per vedere la cartina
  • SEDE INCONTRI UAAR A VENEZIA, Dorsoduro 3687 (Campo Margherita) - 30123

INCONTRI SEMPRE APERTI ALLA CITTADINANZA,
per date vedi Programma qui in alto. Per informazioni 331 133 1225 (no sms) oppure venezia@uaar.it e per chiedere di ricevere le nostre news scrivici a info@uaarvenezia.it

 

Adro ...... un brutto pasticcio.

Adro…..veramente più che un brutto pasticcio su una scuola pubblica elementare.

Eccoci arrivati ai crocefissi imbullonati, ai simboli di una formazione politica esibiti sui banchi, i cestini, persino il tappeto d’entrata. La ministra dell’istruzione pubblica minimizza, non interviene…eppure proprio lei aveva vietato qualsiasi manifestazione politica nelle scuole, qualche mese fa ha fatto per esempio staccare gli striscioni di protesta dei lavoratori (sigh!). Ah…non poteva mancare la benedizione impartita l’11 settembre dal curato della locale parrocchia dicendo con voce sonante che compito della scuola (pubblica, di stato, laica, frequentabile quindi anche da agnostici e atei oltre che da bambini provenienti da famiglie di altre religioni) è di far convivere “in armoniosa sintesi il sapere umano e la sapienza evangelica”. La scuola statale di Adro, già nota per la negazione della mensa ai bambini dei genitori in ritardo sui pagamenti dei buoni pasto e l’intervento di un imprenditore che ne ha saldato il debito, è stata, costruita con soldi pubblici (cioè dando in cambio due edifici statali e accendendo un mutuo come Comune). Certo il sindaco Lancini spiega che i cittadini hanno contribuito all’acquisto dei mobili. Ne più ne meno di milioni di genitori in tutta Italia che in questi anni hanno finanziato la scuola pubblica con contributi praticamente obbligatori, carta igienica, fotocopie, lavori di manutenzione varia, mercatini, torte…e chi ne ha più ne metta.

Poi, poi ci sono i bambini, i bambini con le loro menti ancora belle libere e gli occhioni aperti al mondo, di fronte ad una scuola pubblica statale che invece di unire sembra dividere attraverso i propri simboli. La maggioranza della cittadinanza è d’accordo, ha diritto di imporre dunque le proprie idee a tutti? Ai bambini? Ne siamo proprio sicuri? E lo Stato, lo Stato dov’è?

Cathia

 
La minaccia creazionista

Lunedì 13 Settembre alle ore 18.00 presso la nostra sede UAAR di Favaro, riunione di circolo e proiezione del film/documentario belga

La minaccia creazionista della durata di 27’.

E’ un documento su come ancora, nel mondo, specie in America, ma anche in Europa, la scienza viene offesa per la necessità di difendere le “sacre scritture” e il potere religioso, creando nelle persone e nei bambini poca dimestichezza con la comprensione razionale del proprio mondo. Nel filmato vengono anche denunciate le pressioni del Vaticano sulle scelte politiche dei governi nazionali e degli organismi internazionali.

 

Per chi non avesse tempo o voglia di partecipare questo è il link per poter vedere il filmato in internet:www.youtube.com/watch?v=CQoSFgkKNPA&feature=player_embedded#! ma sarebbe certamente più interessante incontrarci e dibattere assieme sull’argomento.

 
Festa Magica con giochi scientifici

Sabato 11 settembre, al “Forte Carpenedo”, Mestre, dalle ore 16 alle 19 l’UAAR di Venezia organizza una

FESTA MAGICA CON GIOCHI SCIENTIFICI

dedicata ai più piccoli e occasione per un confronto tra genitori non credenti.

Poi, per chi lo desidera, cena in compagnia. (vedi programma)

Tranquilli, non vogliamo indottrinare nessuno, non ne siamo avvezzi e non ci pare corretto. I bambini giocheranno tra di loro, proveranno dei piccoli esperimenti scientifici, sveleranno dei trucchi di magia. Certo sarà anche l’occasione per informare genitori, nonni, zii, alle prese con le difficoltà nel mondo della scuola e della società in quanto non credenti e laici, sulla sentenza del Tribunale di Padova relativa all’ora alternativa alla religione e sulle iniziative di UAAR, come il fac-simile di diffida ai dirigenti che non ottemperano l’obbligo di istituire detti corsi alternativi. La serata, per chi lo vorrà, seguirà con una pizza in compagnia! E’ una festa a cui teniamo molto. E’ gradita la presenza anche di chi non ha bambini che comunque può arricchirci con il suo contributo personale. Per le adesioni, le informazioni, anche per raggiungere il Forte, che subisce temporaneamente la chiusura dell’accesso da Via Vallon per lavori alla linea ferroviaria, scrivici o telefona 3272296505 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

 
Il concorso fotografico continua

Il concorso fotografico “Liberi di non credere” ideato dal Circolo UAAR di Venezia ha superato le 90 fotografie pubblicate e, dato il tema, non certamente facile, ci sembra un buon inizio .

Abbiamo parlato di inizio perché il tempo a disposizione per inviare i vostri lavori è ancora molto (fino al 31 Dicembre) e durante i prossimi mesi estivi avrete sicuramente più opportunità di trovare qualcosa di interessante per illustrare il tema proposto.....

 
Attività convenzionate UAAR

Il Circolo UAAR di Venezia è lieto di comunicare l'avvio di questa nuova iniziativa che per il momento è concentrata principalmente nella città di Venezia, ma che con il tempo potrebbe essere estesa in tutta Italia.

Tutti i soci UAAR potranno usufruire di uno sconto (variabile dal 5 al 10%) nei negozi che esporranno il nostro adesivo.

Se passate per Venezia dunque, o per le altre città dove sono ubicati gli esercizi convenzionati, divertitevi a cercare, trovare e ricevere simpatia incontrando chi la pensa come noi.

Cercate gli adesivi UAAR.

Per vedere la lista delle attività convenzionate leggi tutto

 
La pedofilia nel clero sulla rivista "NON CREDO"

 

Segnaliamo che nel n° 5 della rivista “NON CREDO”, edita dalla Fondazione     “ RELIGIONsFREE ” è stato pubblicato un articolo del nostro socio dott. Gianfranco Vazzoler ( primario pediatra e neonatologo ospedaliero, laurea in filosofia e in bioetica).

 

L’articolo sulla pedofilia intitolato Pedofilia: fenomeno sociologico o psichiatrico? “ può essere letto, assieme ad altre considerazioni sullo stesso tema, cliccando qui.

 
"Noterelle e Schermaglie"

Pubblichiamo con piacere questo interessante articolo sulla RU-486, inviatoci dalla Dott.

Nadia Maria Filippini, storica, Società Italiana delle Storiche.

“NOTERELLE E SCHERMAGLIE” di Nadia Maria Filippini

..... il nocciolo della questione, origine di tanta ostilità ed ostracismo verso la scoperta farmacologica, è quello enunciato con chiarezza dalle gerarchie vaticane: il rischio che la semplificazione terapeutica possa portare ad una banalizzazione dell’aborto o peggio ad un aborto autogestito, con l’inevitabile conseguenza di un aumento delle interruzioni di gravidanza ….. La RU486 insomma quale “pesticida umano”, “aspirina di Erode”, come si legge in alcune riviste cattoliche…..

….. un’ultima osservazione riguarda la deriva politica del nostro paese, che su questo terreno sembra allontanarsi sempre piú dall’Europa, sull’onda di una volontà di abbraccio con le gerarchie vaticane, dettata – si sottolinea – non da subalternità, ma da profonda sintonia di intenti. Anche in questo caso, purtroppo, nulla di nuovo. Siamo abituati al proporsi e riproporsi di «sante alleanza» tra politica e Chiesa, quando l’oggetto della biopolitica è il corpo femminile.

Leggi tutto l’articolo (file .pdf)

 
«InizioPrec.8182838485868788Succ.Fine»

Pagina 81 di 88